cornetti-crudi

Il cornetto leccese: il nostro più vecchio cavallo di battaglia.

Ad Agosto, si sa, non abbiamo molto tempo per scrivere post creativi, così abbiamo pensato di crearne uno fatto di reminiscenze, giusto per svagarci un po’ … Non interpello nemmeno il mio co-autore abituale Franz per scrivere questo post, perché lui in queso mese -da vero capo pasticciere- vive sepolto in laboratorio, mentre io dalla cassa riesco a sganciarmi affidandomi ai nostri collaboratori, dato che non sono un artigiano perfezionista come lui, ma una mero amministratore. 🤣
Perciò le reminiscenze più remote saranno solamente le mie, che sono nato 5 anni dopo l’apertura della nostra attività, ma da sempre tutti mi garantiscono che l’affermazione che sto per fare era l’andazzo anche prima che mi unissi alla famiglia !

Parlo del dominio del cornetto leccese nel panorama dell’offerta dolciaria di Dentoni.

Possiamo certamente essere fieri di aver creato la Torta di Crêpes®, di aver reinterpretato con successo tanti dolci della tradizione italiana ed internazionale, dalle mousse ai cannoli, dalle code di aragosta alla tetta della monaca, dalla torta Sacher al fruttone leccese…ma nulla ha costituito fin dal principio il nocciolo duro del nostro business con così tanta continuità, assiduità e successo come i nostri cornetti leccesi: perfino la caffetteria è subentrata solo in un secondo momento !

Molti turisti -beh, almeno quelli che scendono in vacanza in Salento per la prima volta- restano sorpresi dal mordere un prodotto in cui anche il ripieno è bollente. Infatti il cornetto nazionale italiano, tradizionalmente, è un triangolo di pasta dolce sfogliata che lievita vuoto e viene riempito solo in seguito alla cottura, tendenzialmente con una crema a temperature più basse di quella del forno, per permettere al pasticciere di maneggiare agevolmente il sacco a poche; mentre la particolarità del cornetto leccese è proprio il fatto di lievitare già ripieno: il nostro classico poker, in particolare, contiene ripieni alla crema, alla nutella, e alle coppie di gusti crema e amarena e crema e nutella.

Anche se questo potrebbe suonare banale, di fatto rende il compito della squadra di pasticcieri più impegnativo, perché sui banchi da taglio i triangoli di pasta vanno siringati con il ripieno del caso e chiusi attentamente, con la dovuta precisione.

Da sempre le persone premiano la nostra ricerca di offrire un prodotto sempre fresco di giornata sopportando pazientemente (a volte, in estate, meno pazientemente…ma li capiamo 😅) delle file di diverse decine di minuti per consumare i nostri cornetti appena usciti dal forno al bancone del bar, sulla terrazza vista mare o per portarli a casa e mangiarli in famiglia o con amici.

Al di là delle file di cui sono testimone ogni anno, che non finiscono mai di sorprendermi, conservo da sempre un ricordo speciale del popolo delle discoteche degli anni ’90. Non ne ho mai fatto parte in seguito, né da giovane né da adulto, ma in quelle poche occasioni in cui riuscivo, ancora ragazzino, a svegliarmi abbastanza presto da vedere le resse da paura che si creavano nel vecchio locale quando il popolo delle discoteche si riversava da noi per chiudere la nottata col cornetto caldo, mi capitava di sentirmi parte di qualcosa di davvero speciale.

Come nella vita, anche nel business queste manifestazioni di affetto, ripetute con tale costanza, rendono speciale e consolidano un rapporto. Nella mia mente, questo binomio dei giovani della notte e dei cornetti Dentoni ha impresso un’immagine molto forte del nostro rapporto con la clientela e di ciò che, secondo me, noi non dobbiamo stancarci di significare per essa: un porto sicuro dove trovare un’aria di famiglia, dolci di indiscussa qualità e poi tanta, tanta accoglienza.

Come sempre, vi aspettiamo a Torre dell’Orso…e ora scappo perché è Agosto e non so che altro fare prima !!!!!

Mirek e Franz

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Dal nostro blog

Articoli Correlati

Il Gelato targato Dentoni

Il gelato di una volta con ingredienti naturali: la tradizione di Dentoni che ha segnato lo standard del gelato a Lecce e provincia In un’epoca